Montblanc – Dessert di castagne

E dopo le prime tre portare del nostro pranzo di Natale, eccoci giungere al dessert! Quest’oggi vi presentiamo, dunque, il Montblanc, un famosissimo dessert morbido di castagne sormontato da panna montata fresca.

montblanc
Il nome di questo dolce deriva dall’omonimo Monte (valdostano eheh ūüôā ), tant’√© che se ne vuole anche riprodurre l’aspetto. L’origine √®, ovviamente, contesa fra Italia e Francia e noi non ci sentiamo per nulla in torto a presentarvela come ricetta della nostra valle :).

Generalmente si utilizzano castagne fresche (o ancora meglio marroni freschi), ma per ridurre i tempi di preparazione potrete usare senza timore castagne secche.

Non ci resta altro da dire che “accendete i fuochi!” :).


Se provate una delle ricette sul blog, scattate una foto e pubblicatela su Instragam con l'hashtag #fratelliaifornelli e taggando il nostro profilo @fratelliaifornelli.



Stampa

Montblanc - Dessert di castagne

Cucina Senza glutine, Senza uova, Vegetariana
Preparazione 30 minuti
Cottura 1 ora
Tempo totale 1 ora 30 minuti
Porzioni 6 persone
Difficulty Media

Ingredienti

  • 250 gr di castagne secche
  • 400 ml di latte
  • 75 gr di zucchero bianco
  • 25 gr di zucchero di canna
  • 15 gr di cacao amaro
  • 1 stecca di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • 400 ml di panna da montare
  • 30 gr di zucchero a velo

Istruzioni

  1. Iniziate il vostro Monte Bianco dalle castagne. Se utilizzate castagne secche, ricordate di metterle a bagno in acqua fredda almeno la sera precedente, cambiando l'acqua due o tre volte. Da 250 gr di castagne secche otterrete circa 500 gr di reidratate. Badate bene, però, alla qualità della frutta secca: se la qualità è bassa, le castagne saranno molto tanniche e il vostro dessert risulterà amaro :(.
  2. Dunque, mettete le vostre castagne reidratate in pentola a pressione, coprite di acqua e lasciate cuocere 45 minuti dal fischio.
  3. Dopodiché, scolatele e versatele in un pentolino, nel quale aggiungerete latte, zucchero bianco, zucchero di canna, cacao, vaniglia e il pizzico di sale. Cuocete una trentina di minuti, continuando a rimestare sino a quando le castagne non siano disfatte. Nel caso in cui queste siano piuttosto tenaci, potete aiutavi con un passaverdure per ottenere una purée omogenea.
  4. Aiutandovi con un cucchiaio da minestra, disponete a montagnola il composto sui piattini che avete scelto per servire il vostro dessert.
  5. Montate la panna con lo zucchero a velo, inseritela in una sac à poche con bocchetta decorata e ricoprite per intero i vostri Monti Bianchi :). Noi abbiamo scelto di partire la fondo e risalire a spirale, ma quello sta al vostro gusto personale.
  6. Terminate il dessert con una spolverata di cacao amaro, o se preferite con qualche scaglia di cioccolato.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.