L'arrosto dei Salassi

Se ben ricorderete, il nostro blog √® partner culinario della serie Gorchlach: the legend of Cordelia e, come promesso, continuiamo il viaggio temporale proposto dalla serie stessa ūüôā .

Queste prime giornate uggiose ci hanno ispirati e fatto pensare a ci√≤ che probabilmente i nostri antenati Salassi¬†incontrarono durante il loro passaggio sulle Alpi alla conquista dell’odierna Valle d’Aosta ūüôā . Ecco dunque un piatto adatto a ristorarci e risaldarci dopo una lunga camminata sotto il cielo autunnale, un¬†morbidissimo arrosto di pollo, ricoperto di fettine di lardo e insaporito da miele di castagno ed erbe aromatiche di montagna ūüôā .
arrosto salassi
Quest’oggi, non vogliamo solamente presentarvi una ricetta da assaporare con amici e famiglia, bens√¨ anche concentrarci su ingredienti che all’epoca erano o potevano verosimilmente essere presenti sulle nostre montagne… Se vi consigliassimo l’aggiunta dei chiodi di garofano o del pepe per insaporire la carne, ci macchieremmo di tracotanza ūüėČ .gorchlach guerriero

Tra le diverse erbe aromatiche originarie e diffuse nei nostri territori, ritroverete l’issopo, una pianta della famiglia di salvia e rosmarino ma di pi√Ļ difficile reperibilit√† commerciale, ancor oggi utilizzata nella cucina valdostana. Se, dunque, non riusciste a trovare l’issopo, potrete tranquillamente sostituirlo con il rosmarino.


Se provate una delle ricette sul blog, scattate una foto e pubblicatela su Instragam con l'hashtag #fratelliaifornelli e taggando il nostro profilo @fratelliaifornelli.



Stampa

L'Arrosto dei Salassi

Cucina Senza glutine, Senza lattosio, Senza uova
Preparazione 10 minuti
Cottura 1 ora 10 minuti
Tempo totale 1 ora 20 minuti
Porzioni 6 persone
Difficulty Facile

Ingredienti

  • due petti di pollo circa 1 kg e 400 gr
  • 200 gr di lardo a fette
  • 50 gr di miele meglio se di castagno
  • ginepro
  • timo
  • 1 spicchio d'aglio
  • issopo
  • alloro

Istruzioni

  1. Iniziate dividendo a metà i vostri petti e privandoli dell'eventuale ossicino.
  2. Scaldate leggermente il miele di castagno a bagnomaria o semplicemente al microonde e spalmatelo su tutta la superficie di ogni pezzo di carne.
  3. Tagliuzzate l'aglio, schiacciate il ginepro, spezzettate le erbette e cospargete sul miele.
  4. Non dimenticatevi di salare per bene la carne.
  5. Avviluppate la carne con le fettine di lardo e assicuratele con uno spago da cucina.
  6. Adagiate i vostri quattro fagottini in una teglia coperta con un foglio d'alluminio in forno statico a 180¬į per circa un'oretta abbondante, ricordandovi ogni mezz'ora di rigirarli per farli abbronzare uniformemente.

2 Comments on “L'arrosto dei Salassi”

  1. Pingback: Gorchlach | Official website » The Taste of History (1)

  2. Pingback: Gorchlach | Official website » Il Gusto della Storia: #1 L’arrosto dei Salassi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.